Duomo di Orvieto

Costruito nel 1263, dopo il Miracolo del Sangue che sgorgò dal Pane Benedetto mentre un prete boemo celebrava la Messa nella Basilica di S. Cristina a Bolsena.

A seguito del Miracolo, subito venne informato il pontefice Urbano IV che accorse da Orvieto, con un lungo seguito, a vedere il sangue sul corporale e sulle pietre, ancora oggi conservate nella Basilica di Santa Cristina a Bolsena.

La Cappella del SS Corporale f u costruita per custodire la reliquia del miracolo di Bolsena intorno al 1350.

Eretto il Duomo di Orvieto da oltre un secolo, affrescate da noti artisti le pareti della cappella del SS. Corporale e della Tribuna, il 14 giugno 1447 il Beato Angelico fu incaricato di illustrare la spoglia Cappella detta Nuova o di San Brizio. Fu Luca Signorelli a realizzare il compimento, nella Cappella Nuova, della tradizione decorativa ad affresco quattrocentesca.

Il lavoro del Signorelli durò cinque anni, dal 1499 al 1504, a cavallo di due secoli e di due tradizioni estetiche. Oggi la Cappella Nuova è di nuovo aperta ai visitatori dopo i lavori di restauro che hanno interessato le strutture architettoniche e gli interventi sulla pellicola pittorica. La Cappella appare così in una scenografia rigenerata.