Necropoli Etrusca

La Necropoli del Crocifisso del Tufo sorge sul lato nord-occidentale della città e deve il suo nome ad una croce incisa nel tufo all’interno di una cappella rupestre. E’ databile intorno al VI sec. a. C.. I primi scavi risalgono all’inizio dell’800; in questa prima fase gran parte dei corredi tombali furono asportati e trasferiti nei più importanti musei europei.

Da allora gli interventi sono continuati, ma solo negli anni ’60 sono stati realizzati gli scavi più significativi che hanno portato alla luce le tombe più antiche.

sse rispondono a criteri di regolarità ed uniformità che riflettono una forte esigenza spirituale del popolo etrusco: l’uguaglianza. Grande rilevanza aveva per gli Etruschi il culto dei morti, con la credenza che il defunto conservasse una propria individualità congiunta con le sue spoglie mortali; accanto al cadavere era quindi collocato il corredo funerario.

Si può trovare la Necropoli del Crocifisso del Tufo pochi chilometri prima di entrare dentro Orvieto.